GIÙ LE MANI DAL PATRIMONIO STORICO! / ROKE DOL OD ZGODOVINSKE DEDIŠČINE!

Trieste -

Nonostante il sostanzioso aumento dei finanziamenti pubblici percepiti, da questa estate la Sezione storia della Biblioteca nazionale slovena e degli studi, l'unico archivio degli sloveni in Italia, è praticamente scomparsa. I locali sono stati chiusi, il materiale è divenuto inaccessibile, il personale - con il licenziamento senza preavviso a fine maggio dell'ultimo dipendente rimasto, nostro delegato - azzerato. E nella migliore delle ipotesi è destinata a riaprire parzialmente con personale precario, a progetto, in "outsourcing". Mentre i soldi "risparmiati" vanno a…

Si tratta di una vicenda particolare di un trend generale di distruzione del patrimonio storico, della sua gestione privata – finanziata con denaro pubblico - a fini speculativi, di precarizzazione del lavoro. Si stanno prendendo un altro pezzo di quanto ci appartiene: il nostro passato, la nostra storia.

Di tutto questo si parlerà all'assemblea pubblica

«LA PRECARIETÀ DELLA STORIA»

 

che USB organizza a Trieste
in preparazione dello sciopero generale nazionale del 18 ottobre

lunedì 7 ottobre alle ore 17 in via Filzi 14 (Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, ex Narodni dom), aula A3 (3° piano)

Oltre a numerosi altri relatori parteciperà Cristiano Fiorentini dell'Esecutivo nazionale USB, responsabile Ricerca

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati