INFORMAZIONI PER I LAVORATORI DI A.P.T. GORIZIA

Gorizia -

 

SI INFORMANO I LAVORATORI DI A.P.T. GORIZIA CHE:

nell’incontro del 4.9.14,il Dir. Gen. V. Milanese, durante la discussione riguardante i titoli di viaggio ha comunicato alle R.S.U e alle OO.SS. presenti che:
“durante il servizio di linea,  l’operatore d’esercizio di fronte alla mancanza di titolo di viaggio valido dei passeggeri NON DEVE FARLI SALIRE A BORDO DEL MEZZO AZIENDALE e nel caso in cui il passeggero salga ugualmente l’operatore deve farlo scendere.”
L’UNIONE SINDACALE DI BASE tenuto conto delle sempre più frequenti aggressioni ai conducenti, ma anche CHE QUANTO RICHIESTO DAL DIRETTORE NON RIENTRA NELLE MANSIONI PROPRIE DEL CONDUCENTE DI LINEA, (ma ricorda piuttosto le mansioni che vengono svolte dai buttafuori dei locali notturni) INVITA TUTTI I LAVORATORI A TUTELARE LA PROPRIA INCOLUMITÀ FISICA e al caso:

  • METTERE in sicurezza il mezzo;
  • se la cabina risulta priva di adeguate protezioni, SCENDERE dal mezzo e recarsi con il telefono in una zona ritenuta sicura, al fine di evitare aggressioni fisiche e quanto ne consegue;
  • TELEFONARE all’azienda informandola e richiedendo l’assistenza necessaria;
  • ATTENDERE di ricevere le specifiche disposizioni in merito alla prosecuzione o meno del servizio;
  • QUALORA il n. verde di APT  non dovesse risultare raggiungibile a causa del  suo frequente utilizzo (improprio), i lavoratori potranno TELEFONARE:

al Pres. P.Polli - al Dir Gen. V. Milanese - al Dir. di Eser. R.Bassanese.

Coloro che non fossero ancora in possesso dei loro recapiti telefonici – contattino pure i Coordinatori USB che saranno ben lieti di fornirli.


… MA NON BASTA:

durante l’incontro di APT con le RSU dd. 4.9.14 e’ stato anche confermato che:
NESSUNO DEI LAVORATORI A.P.T. RICEVERÀ L’ INTERO IMPORTO PREVISTO DAL PREMIO DI RISULTATO e addirittura il 30% NE VERRA’ TOTALMENTE ESCLUSO, in conseguenza dell’accordo sindacale sottoscritto dalle RSU (ma non da Zotti/USB) e nel quale è prevista la riduzione del premio in relazione al numero delle sanzioni disciplinari ricevute dal lavoratore.
APT ha confermato che il 50% dei lavoratori sono stati sanzionati disciplinarmente e quindi oltre alla sanzione (economica) ci hanno pure rimesso i soldi del PDR!!!
USB ritiene che l’aumento spropositato delle contestazioni disciplinari e delle conseguenti sanzioni, non sia per nulla casuale, dal momento che il numero delle sanzioni si è via via ingrossato proprio a seguito della firma dell’accordo PDR avvenuto tra APT Gorizia e le OO.SS. nel 2013

… MA NON SOLO:

durante l’incontro i rappresentanti di APT - nonostante i MILIONI DI GUADAGNO CHE OGNI ANNO SONO RIUSCITI A REALIZZARE SULLE SPALLE DEI LAVORATORI – hanno avuto pure l’ insolenza di affermare che I DIPENDENTI A PARAMETRO 175 RISULTANO TROPPO COSTOSI per il bilancio aziendale e che in considerazione dei tempi che cambiano (forse alludevano alla prossima gara d’appalto del gestore unico) SI RENDERANNO NECESSARI DEGLI ULTERIORI SACRIFICI, CON DEI NUOVI ACCORDI SINDACALI AZIENDALI IN GRADO DI ANDARE INCONTRO ALLE NECESSITÀ DELLE AZIENDE, PER RENDERLE ANCOR PIÙ COMPETITIVE.
USB – IN CONSIDERAZIONE DELL’ ALTISSIMO LIVELLO DI PRODUTTIVITÀ - degli autoferrotranvieri regionali – respinge tali affermazioni che considera allucinanti e pretestuose. USB invita tutti i lavoratori a vigilare e mobilitarsi per impedire che il nuovo piano industriale delle 4 aziende TPL del FVG possa nuovamente cancellare le tutele e i diritti dei lavoratori e dell’utenza Regionale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni