No profit on Pandemic, giovedì 11 l’Italia si è mobilitata contro la proprietà privata dei vaccini anti-Covid

Nazionale -

Nonostante i proclami dei mesi scorsi di Ursula von der Leyen sull’acquisto dei vaccini necessari ai paesi aderenti all’UE per mettere al sicuro le proprie popolazioni, la stessa presidentessa della Commissione Europea oggi si lamenta del fatto che le multinazionali produttrici dei vaccini finora autorizzati dall’EMA consegneranno molto meno di quanto pattuito: AstraZeneca meno del 10% delle dosi relative al 1° trimestre, Pfizer e Moderna meno del 50% per lo stesso periodo, considerando carta straccia i contratti sottoscritti con l’Unione Europea, peraltro secretati e in buona parte sconosciuti agli stessi europarlamentari. Lo stesso accadrà con il vaccino Johnson&Johnson, come anticipa l’azienda prima ancora di avere il via libera EMA. Un’operazione biecamente commerciale, tesa a realizzare il massimo dei profitti vendendo i vaccini al miglior offerente.

Tutto ciò è possibile grazie al fatto che la proprietà privata dei brevetti consente alle multinazionali del farmaco un diritto di proprietà esclusivo dei vaccini, aumentandone i costi e realizzando immensi profitti, a scapito della vita e della sicurezza di milioni e milioni di persone nel mondo.

In nome dell’interesse di pochi azionisti, le multinazionali hanno potere di vita e di morte sull’intera umanità, e tutto ciò mentre il meglio della ricerca pubblica e ingenti risorse, anch’esse pubbliche, vengono messe a disposizione di Big Pharma.

Per dire no a tutto questo, per affermare che nessun profitto può essere consentito sulla pandemia invitiamo tutte e tutti a partecipare alle mobilitazioni che si terranno giovedì 11 marzo in tutta Italia.

 

Gli appuntamenti (elenco in aggiornamento)

Torino – ore 17,30 - via Verdi, davanti sede RAI

Milano – ore 18,30 – piazza San Babila

Brescia – ore 16 – davanti all’Ospedale Civile

Mantova – ore 9 – Ospedale Carlo Poma

- ore 11 – Mercato piazza Sordello

Padova – ore 10 – davanti alla Fiera di Padova

Vicenza – ore 16 – Contrà Gazzolle, davanti alla Prefettura

Trieste – ore 17,30 – davanti alla Prefettura

Bologna – ore 17,30 – viale Ercolani, ospedale Sant’Orsola

Firenze – ore 17,30 - Stazione Santa Maria Novella, lato Alamanni

Grosseto – ore 17 – piazza Dante

Livorno – ore 17 – piazza Grande

Pisa – ore 17 – piazza Garibaldi

Siena – ore 16 – piazza Carlo Rosselli

Spoleto –  ore 16,30 – piazza Garibaldi

Roma – ore 16 – piazza di Monte Citorio

Viterbo – ore 10 – davanti alla Prefettura

Napoli – ore 16 – piazza del Plebiscito, davanti alla Prefettura

Bari – ore 10,30 – piazza Libertà, davanti alla Prefettura

Catanzaro – ore 17,30 – piazza Prefettura

Catania - ore 8,30 - flashmob alla sede Pfizer - via Franco Gorgone 6;

 - ore 10,30 - conferenza stampa, piazza Duomo (fontana Ameano);

 - banchetti per la firma: Casa del Popolo Colapesce, Via Garibaldi 106 (dalle 18,00 alle 20,00); sede Rifondazione comunista, Via Scarpanto 3; Sezione Olga Benario PCI, Vicolo Beritelli 7, zona Teatro Greco

Palermo – ore 17 – piazza Verdi

Siracusa – ore 17 – largo XXV Luglio

Cagliari – ore 11 – Policlinico di Monserrato

 

Unione Sindacale di Base

 

9-3-2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati