INPS: CONTINUANO I "NO MASTRAPASQUA DAY" IN TUTTO IL PAESE

Anche a Trieste, grande successo della petizione popolare promossa da USB

Trieste -

Troppe poltrone per un solo manager. La scritta campeggia sulle locandine che l’USB ha preparato per pubblicizzare la raccolta di firme tra gli utenti dell’INPS a sostegno della richiesta di una norma di legge che impedisca ai manager pubblici di cumulare incarichi in società private, anche in quelle a capitale pubblico.

“Antonio Mastrapasqua è l’emblema di questa particolare forma di collezionismo – dichiara Vincenzo CESARANO, Coordinatore regionale USB INPS – oltre a essere Presidente dell’INPS, infatti, è vice Presidente di Equitalia, Presidente del Fondo immobiliare IDEA FIMIT, Direttore amministrativo dell’Ospedale israelitico di Roma e sindaco in molte società private”.

Prosegue il delegato USB: “Con la petizione popolare che abbiamo promosso, noi proponiamo che i manager pubblici abbiano un solo incarico, anche se chiamati a guidare società partecipate, e che si stabilisca un tetto alla retribuzione dei vertici delle società a capitale pubblico. Solo da Equitalia Mastrapasqua percepisce circa € 540.000 all’anno, grazie ad una moltiplicazione degli incarichi all’interno della società di riscossione”.

“L’iniziativa – conclude Vincenzo CESARANO – sta trovando condivisione e grande partecipazione tra gli utenti che nell’ odierna mattinata hanno apposto centinaia di firme sui moduli che USB ha predisposto sul banchetto della sede INPS di via S. Anastasio a Trieste”
.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni