Porto di Trieste: lavoratori dichiarano stato di agitazione alla Samer Seaports

Decisione dei Lavoratori organizzati in USB

Trieste -

A seguito delle assemblee dei lavoratori rallisti di <Samer Seaports> di Trieste, tenutesi il 5 e 6 luglio 2017, USB LP Trieste – CLPT ha dichiarato oggi lo stato di agitazione a partire da venerdì 7 luglio degli operai rallisti di Samer Seaports.

Tale decisione è stata presa dopo la risposta negativa da parte della dirigenza di Samer Seaports Trieste alla richiesta di una programmazione annuale. Si tratta di una richiesta che non fa altro che richiedere il rispetto di quanto previsto dal CCNL – Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di riferimento ma che, evidentemente, Samer non ha voglia di mettere in atto allo scopo di continuare a utilizzare i lavoratori in regime di flessibilità selvaggia.

Lo stato di agitazione che si concretizzerà – a partire da domani, venerdì 7 luglio – nel rispetto rigoroso della programmazione mensile consegnato dall’azienda ai lavoratori per il mese di luglio, con l’esclusione di qualsiasi prestazione di lavoro straordinario, di flessibilità (prolungamenti-anticipi) e di qualsiasi variazione dell’orario stabilito nella medesima programmazione mensile.

Lo stato di agitazione – del quale è stata informata anche l’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico Orientale - verrà mantenuto fino all’accoglimento della richiesta dei lavoratori di avere un orario su base annuale ed il contestuale avvio di un confronto sulla piattaforma rivendicativa preparata dai lavoratori.

 

Per USB LP Trieste

Alessandro Volk

 

per contatti: 3495015941

Coordinamento Lavoratori Portuali diTrieste

cell.3896431638–e-mail:clptrieste@libero.it

 

per USB Lavoro Privato Friuli Venezia Giulia
Alessandro Volk