Porto di Trieste: presidio dei lavoratori delle cooperative

Trieste -

Sono passati oramai 3 anni dallo sciopero dei lavoratori portuali dell’agosto 2015 e nonostante la fiducia nelle promesse della AdSPMAO, la situazione dei lavoratori della gran parte delle cooperative di facchinaggio addetti al caffè - anche per chiare responsabilità della dirigenza di alcune cooperative e dei loro committenti - è rimasta tale e quale, se non addirittura peggiorata.

- non viene applicato quanto previsto dal CCNL Lavoratori Portuali, ma si continua ad “avviare” i lavoratori a chiamata, pagandoli a giornata, ovvero a cottimo, con buste paga irregolari e con “trattenute” applicate arbitrariamente da alcuni dirigenti delle cooperative.

- ai lavoratori non sono riconosciuti ferie e malattia

- non vengono rispettati i carichi di lavoro previsti nelle Procedure Operative, che in genere non vengono nemmeno consegnate ai lavoratori, costringendoli a svolgere carichi di lavoro assolutamente fuori norma e dannosi per la loro salute

- Il tutto nel silenzio assoluto degli organismi ed enti che dovrebbero vigilare sulla regolarità dell’attività delle cooperative

 

I lavoratori delle cooperative hanno esaurito la pazienza, si sentono presi in giro e non hanno più intenzione di subire tutto questo. Perciò hanno deciso che il giorno MERCOLEDÌ 23 MAGGIO ORE 17:30 terranno un PRESIDIO DI PROTESTA davanti all’entrata della AdSPMAO (Torre dei Loyd) per ottenere il rispetto degli impegni presi.

 

USB LP – CLPT chiede a tutti i lavoratori del Porto Franco Internazionale di Trieste, come pure a quelli di altri settori, la massima solidarietà con i loro colleghi e li invita a partecipare al presidio.

 

Per USB LP – CLPT

Alessandro Volk

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti: 3495015941

 

per USB Lavoro Privato Trieste
Alessandro Volk