Elezioni RSU: in Friuli Venezia Giulia USB + 30 per cento

I dati definitivi dimostrano aumento del 30% dei voti rispetto al 2015

Trieste -

A dati definitivi, abbiamo il piacere di comunicare che anche l’Unione Sindacale di Base del Friuli Venezia Giulia ha contribuito al positivo trend nazionale evidenziatosi nelle elezioni RSU del 17-18-19 aprile 2018, con un rilevante complessivo incremento dei voti ottenuti nella Regione (+ 30% rispetto alle elezioni del 2015).

E’ stata una campagna elettorale, questa, in cui molti soggetti hanno giocato sporco, a partire dall’affanno confederale di sottoscrizione dei CCNL dei vari Comparti - e con Amministrazioni conniventi che si sono ben guardate dall’emanare le circolari applicative degli istituti contrattuali che avrebbero reso palesi e manifesti tutti i caratteri regressivi in essi contenuti; una campagna elettorale ove si è dovuto assistere a tragicomici mercimoni in pieno stile “mercato delle vacche” con profferte di assicurazioni contro i rischi professionali, crediti universitari, corsi e convenzioni varie, consulenze per pensioni integrative, nonché distribuzione di gadgets vari fin sulla soglia della cabina elettorale; una campagna elettorale ove invece USB ha tenuto la barra a dritta portando avanti le proprie idee nonché le proprie argomentate piattaforme contrattuali, nel tentativo di risvegliare le coscienze, coinvolgendo le lavoratrici e i lavoratori e praticando il conflitto per la conquista dei diritti, per il mantenimento dei servizi pubblici e per una effettiva democrazia nei luoghi di lavoro, oggi preclusa da antidemocratiche ed illegittime norme-capestro.

Per quanto attiene al comparto Funzioni Centrali, nel settore degli ex Enti Pubblici non economici per voti complessivamente ottenuti USB si conferma primo sindacato all’INPS in Regione (prima sigla votata alla DP Trieste, seconda alla DP Gorizia) e si afferma come primo sindacato all’INAIL – DT Udine-Pordenone con 2 delegate su 3; conquista il secondo posto a livello regionale nelle Agenzie Fiscali raddoppiando i voti complessivi conseguiti alla precedente tornata (lista più votata alla DP Entrate di Trieste con quasi il 60%, all’Ufficio Regionale dei Monopoli, alla Direzione Interregionale Dogane ed all’Ufficio delle Dogane di Gorizia; secondo posto alla DP Entrate di Udine con consensi quadruplicati rispetto al 2015); nell’ex comparto Ministeri elegge delegati pressoché in tutti i posti di lavoro ove sono state presentate liste, con ottimi risultati - tra gli altri - ai Beni Culturali ed alla Giustizia, così confermando la presenza ed il radicamento ove USB era già presente, nonché eleggendo RSU in tutti i posti di lavoro ove sono state presentate candidature per la prima volta.

Importanti novità in quest’ultimo senso sono state infatti rappresentate dall’elezione di delegati alla Regione Friuli Venezia Giulia ed all’Azienda Sanitaria Triestina, mentre al Comune di Trieste viene confermata la presenza di USB con l’elezione di un terzo componente RSU in virtù del raddoppio dei voti ottenuti rispetto al 2015; è stato inoltre pienamente riaffermato il preesistente consenso presso l’Università di Trieste, mentre assai incoraggianti sono i progressi ottenuti nel settore della Scuola, con una evidente crescita di voti ottenuti: tutti ambiti, questi, ove USB non aveva a disposizione distacchi sindacali, non aveva la possibilità di indire assemblee e con limitate risorse economiche a disposizione per la propaganda elettorale.

 

 

Il Coordinamento Regionale USB P.I. FVG non può quindi che esprimere ampia soddisfazione per i risultati del voto per il rinnovo delle RSU nel pubblico impiego e ringrazia tutte le candidate e i candidati che, iscritte/i e non, elette/i o meno, hanno dato la propria disponibilità a presentarsi nella liste USB: una disponibilità aliena da opportunismi o clientelismi di sorta, rivolta ad un vero cambiamento nel modo di praticare sindacato e che ha comunque contribuito ad un positivo risultato complessivo. Un sentito ed autentico grazie va anche al lavoro di attiviste/i e delegate/i per l'impegno profuso in questi mesi di lavoro, nei quali questa piccola grande Organizzazione ha confermato che attraverso la militanza, la passione e l’impegno si può ambire a raggiungere risultati importanti, e per molti versi considerati impossibili.

Nondimeno e soprattutto, un ringraziamento sincero va alle lavoratrici e ai lavoratori che hanno espresso la propria preferenza per le liste USB, riconoscendo e stimolando il lavoro, l’impegno e la trasparenza di chi si ostina a portare avanti il faticoso quanto ambizioso progetto di ricostruzione del movimento sindacale in Italia, innanzitutto opponendosi alle politiche che determinano la mortificazione della dignità, del ruolo e della funzione del lavoratore pubblico.

Nell’augurare a tutti gli eletti RSU di qualunque sigla di rappresentare al meglio gli interessi di lavoratrici e lavoratori, riaffermiamo quindi l’impegno dell’Unione Sindacale di Base di continuare a lottare e a battersi per una pubblica amministrazione democratica, di tutte di tutti, a livello centrale e locale, rispondente alle necessità e alle aspettative di cittadine e cittadini nonchè di chi vi presta il proprio lavoro ed il proprio servizio.

INSIEME SIAMO IMBATTIBILI !!!

USB FVG

Coordinamento Regionale P.I.

 

 

 

per USB Pubblico Impiego
Tito Poli